Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
31 dicembre 2014 3 31 /12 /dicembre /2014 14:24

Natale 2014 Presepe vivente

I giovani del gruppo "Nuova Vescia" hanno stupito ancora con il loro presepe, nonostante il freddo polare, sono riusciti a stanare i concittadini che numerosi sono accorsi per partecipare all'Evento

Condividi post

Repost0
20 dicembre 2014 6 20 /12 /dicembre /2014 20:31

Rubano da sempre e ora fingono di meravigliarsi. Siete proprio gente da niente
L’ultima impresa della politica con manovalanza delinquenziale (e “non offendiamo la mafia”) si è abbattuta su Roma superando per danno economico e morale il mitico Brenno. Un Ciclone, tutto nordista, che originatosi a Parma inizia a caricarsi con il terremoto dell’Aquila, attraversa le regioni e irruento galoppa sull’EXPO di Milano. Di qui, si tuffa risoluto sul veneto Mose e plana ormai ben strutturato su Roma, o meglio “Roma Capitale”. E solo là si forgia il nome di “Cupola Mafiosa”, forse ispirati dal profumo della vicina Campania.
Una Cupola protetta e sostenuta da politici ripugnanti che non sanno, non vedono e parlano d’altro, ma incassano tanti soldi rubati, rastrellati sotto forma di tasse ai Romani e non solo. E qui la cupola si arresta, in prossimità delle città metropolitane che insieme al Senato rappresentano l’ultimo colpo della genialità papponica.
Chiarissimi professori, preso atto della vostra lodevole iniziativa mi permetto di dire che meglio sarebbe stato presentare un gioco su come emarginare e fermare le ruberie dei politici di cui sono vittime innocenti non solo i vostri, ma tutti i bambini d’Italia. Voglio ancora dire, che sono inaccettabili i comportamenti di certe fonti d’informazione che cercano di far credere siano responsabili anche i cittadini che, intervistati, dichiarano di non sapere. Ma signori miei, non sapevano i Sindaci di Roma , i Presidenti del consiglio, i Presidenti delle Regioni e non sapevate voi giornalisti che sapete sempre tutto.
E vi volete rifare sul povero derubato accusandolo? Ma cominciate a vergognarvi un pochino!!!

Condividi post

Repost0
19 dicembre 2014 5 19 /12 /dicembre /2014 19:32

È bene che gli Italiani se ne facciano una ragione, le sorti dell'Italia non sono più nelle mani di questi politici obsoleti e incapaci e non è un male, ma nelle nostre. La politica è morta da diversi anni e il male che ci ha fatto si può toccare. La corruzione, le ruberie, le truffe politiche e non, non si contano più. Il quadro generale dello stato è desolante, il debito pubblico è alle stelle e la classe operaia ha sempre meno diritti. Intanto gli sbarchi continuano e mentre Roma e chissà quante altre città ne pagano le spese, il bullo, con le sue vallette continua a sparare cazzate.

E gli Enti? Non stanno meglio. Il continuo e smisurato bisogno di soldi turba il sonno dei responsabili. Le strampalate tasse sulla casa fanno fiamme e fuoco e l'immondizia, comunque la si chiami, si trasforma in affari per certi e in dramma per altri. Ed è in questo quadro pesante, che qualche Ente dà segni di sbandamento. Il bisogno di liquidi è grande ci sono le spese fisse poi progetti e progettini e tanti ne occorrono ancora per servizi e assistenza. Dio! Quanti soldi!

E allora si mette in campo tutto quanto possa produrre liquidi, il che, equivale a spellare ulteriormente i polli. Ed ecco che si mobilitano i mastini e la caccia al possibile evasore inizia. Ci sono dieci anni da scandagliare. Un errore, una dimenticanza, una furbata, una piccola somma trascurata, una ricevuta che non si trova, complice il lungo intervallo di tempo e il pollo cade nella rete . il potere, tuona la regola, ha sempre ragione. Il pollo in questo stato che puzza di democrazia marcia non conta. Il dipendente, per un qualsivoglia motivo potrebbe non aver registrato il pagamento, no! nulla da fare, al pollo spetta l'onere della prova.

Eppure sarebbe semplice, basterebbe prima d'inviare la nuova bolletta o un qualsivoglia pagamento, verificare se il pollo è in regola con le tasse e tutto si risolverebbe con somma semplicità. Perché non si fa? Perché il contribuente tartassato non sarebbe più pollo, ma cittadino.

Condividi post

Repost0
21 ottobre 2014 2 21 /10 /ottobre /2014 00:06

il comportamento dei sindaci favorevoli alle trascrizioni, è certamente eversivo e quindi una volta tanto Alfano è dalla parte giusta. Ci piace o no, la religione, le tradizioni, i costumi, le convinzioni morali, la stessa nostra Costituzione sono in contrasto con l'introduzione di queste trascrizioni ed è noto come le divergenze specie religiose possano creare, divisioni insanabili. Ne può, un governo e tantomeno un sindaco stravagante, imporre ad un popolo, i cui costumi hanno un'origine lontana come la notte dei tempi, uno stravolgimento delle sue convinzioni. Questo non significa, che tutto debba restare immutabile nel tempo, ma che, bisogna seguire vie compatibili con le regole fondamentali in vigore nel Paese. Quindi l'argomento non può essere risolto con una semplice legge o con una stravagante iniziativa, senza consultare il popolo sovrano. La nostra Italia, è da tempo nelle mani di uomini, a mio avviso, politicamente sinistri e non è escluso che il problema venga gonfiato per mettere in secondo piano le preoccupazioni della gente sulla manovra finanziaria. Infatti, il pappagallo ha gracchiato ancora e sono volate promesse a destra e a manca, se ci gracchiasse anche dove prenderà i soldi ci sentiremmo più tranquilli.

Condividi post

Repost0
18 ottobre 2014 6 18 /10 /ottobre /2014 20:11

Sono iniziati i soliti balletti sulla manovra finanziaria, ricca delle solite falsità e bugie che hanno come obiettivo principale nuovi sacrifici per il popolo. I tagli a comuni, province e regioni sono in realtà tasse nascoste, messe secondo un sistema già sperimentato dal berlusca e fatto proprio da Renzi (costringere altri ad aumentare le tasse per loro). Se il pagliaccio di turno, volesse tagli veri senza farli gravare sui cittadini, alla manovra aggiungerebbe una clausola per vietare aumenti delle tasse a tutti gli enti coinvolti, ma così non è.

È ormai evidente che ogni intervento di natura finanziaria viene fatto in modo subdolo usando termini inglesi o furbeschi artifici, accompagnati da falsi e coreografici dibattiti. Questi sono sostenuti da media servili che nulla più hanno da invidiare a quelli di fascista memoria. Neanche sono estranei al tutto i sindacati che partecipano al teatrino con finte mobilitazioni. Alla fine la conclusione è sempre la stessa, balzelli e sacrifici per il popolo bue, non una lira si tocca ai politici. Così, mentre una marea di gente sarà ancora inseguita da balzelli d’ogni genere, i papponi di sempre continueranno indisturbati a spassarsela. Ma nulla è eterno.

Condividi post

Repost0
15 ottobre 2014 3 15 /10 /ottobre /2014 17:03

Che strana, questa nostra bella Italia, pensiamo un po’ a Genova “la superba”. Questa bellissima città, per ben due volte violentata dalle acque, ha un sindaco di sinistra, una provincia di sinistra, una regione di sinistra, un parlamento di sinistra, un governo di sinistra, il Presidente della Repubblica di sinistra e Pierino “Il terribile” pure di sinistra. Ebbene, nel momento della sfortuna, causa le inadempienze politiche, i suoi angeli non hanno trovano di meglio che prendersela con Grillo. Eppure, il buon Pierino era stato fortemente sollecitato per far iniziare i lavori di prevenzione, ma non se ne accorse, bravo. Un bravo particolare va a voi angeli del fango, avete fatto un bel lavoro e dato un esempio di solidarietà straordinario. Adesso, andate a fare una bella doccia ve la siete meritata. Un bravo anche a tutte le TV e alla carta stampata per la loro pronta e iparziale informazione.

Bella Genova, vincerai anche questa volta

Condividi post

Repost0
15 ottobre 2014 3 15 /10 /ottobre /2014 16:56
Anche questa è fatta

“Il terribile” pure di sinistra. Ebbene, nel momento della sfortuna, causa le inadempienze politiche, i suoi angeli non hanno trovano di meglio che prendersela con Grillo. Eppure, il buon Pierino era stato fortemente sollecitato per far iniziare i lavori di prevenzione, ma non se ne accorse, bravo. Un bravo particolare va a voi angeli del fango, avete fatto un bel lavoro e dato un esempio di solidarietà straordinario. Adesso, andate a fare una bella doccia ve la siete meritata. Un bravo anche a tutte le TV e alla carta stampata per la loro pronta e iparziale informazione.

Condividi post

Repost0
12 ottobre 2014 7 12 /10 /ottobre /2014 20:42

Quello che è accaduto a Genova, non sorprende più, neanche meraviglia, l'errore sulle previsioni, ormai ne abbiamo viste di tutti i colori, montagne che si che si muovono, città distrutte e non ricostruite … e ora Genova, contro di cui sembrano accanirsi le forze della natura, ma non è così, più che della natura, si tratta di accanimento della stupidità, della faciloneria dell'inefficienza e dei colpevoli perditempo della politica. Per Genova, la fortuna si era presentata ammantata da 35 milioni di euro, ma hanno vinto le pastoie della burocrazia. I trentacinque milioni, sono riusciti a risparmiarli, solo, che questa martoriata città ne ha fatto le spese. Se Genova piange, l'Aquila non ride. Potrei dire che ogni nostro primo ministro ha la sua Stalingrado Berlusconi l'Aquila, Letta Genova, e Pierino invece, ancora Genova. Alzati italiano che è l'ora. Se non ti aiuti, non cadrà la manna dal cielo. Intanto Pierino continua a raccontare balle. Che personaggio questo novello Pinocchio, aveva detto di aver cancellato le Province e invece ha solo tolto il voto ai cittadini Quaquaraquà

Condividi post

Repost0
20 settembre 2014 6 20 /09 /settembre /2014 13:37

Come sempre, anche questa volta, il Lupo ha mangiato l’agnello. A Milano la finale di calcio “Champions 2016”. Palermo, Reggio Calabria, Bari, Napoli, non esistono. Sud liberati da questi ingombranti padroni, ritrova l’antico orgoglio, riprenditi l’indipendenza e diventa tu l’artefice del tuo futuro.

Condividi post

Repost0
9 settembre 2014 2 09 /09 /settembre /2014 13:16

Acqualatina, (Spero che me la cavo), visto che i conti non tornano, ha deciso di spalmare il tutto sulle bollette dei cittadini in regola. Tutto regolare, tutto secondo la prassi, in linea con la metodologia italiana. Voi non pagate? E noi spalmiamo, voi ve la sbafate? E noi spalmiamo, le tubature perdono? E noi spalmiamo su tutti i cittadini. Ma bravi!!! e dove si possono trovare amministratori migliori, meritate l’aumento.. . Tu cittadino, ti sei accorto del silenzioso quanto doveroso e spalmato aumento? Ma non importa, "so tutti amici nostri".

Condividi post

Repost0

Profilo

  • Il brigante
  • Apro gli occhi e dormo un sonno profondo,
profondo più del vasto mare.
Chiudo gli occhi,son desto e... corro, corro, corro. Chi m'insegue? Le Ronde!
  • Apro gli occhi e dormo un sonno profondo, profondo più del vasto mare. Chiudo gli occhi,son desto e... corro, corro, corro. Chi m'insegue? Le Ronde!

Gli uomini passano le idee res

 

La parabola della vita è fredda e cinica. Essa ha sempre un inizio, un massimo e una fine. Questa è una realtà che gli uomini potenti e non, devono accettare. Diversamente essa procede inesorabile perché non ha bisogno del consenso. Ed è ovvio che la grandezza dell'essere umano sia pari alla dignità che mostra nei momenti difficili.

Recherche

Monologo sulla vita

Archivi

Soffia, soffia vento del Sud

 

 

Sud, con la potenza del voto, scaccia, dal tempio della politica   i  rappresentanti corrotti e servi del governo del nord.
Soffa, soffia sempre più forte vento del Sud
 per non essere più servo del Nord
 

Sud:- Un grido di dolore

Basta insulti e umiliazioni. Sono centocinquant' anni che i Nordisti ti mortificano e ti sfruttano, non sei ancora sazio? Ti definiscono Piagnone e usano tutti gli strumenti che hanno per suscitare in te un senso di colpa. Vogliono annullare ogni tua capacità reattiva per farti accettare passivamente e per altri centocinquant'anni il nuovo colpo che hanno preparato. Ancora non ti pesa l'antica valigia di cartone? E tu, mamma del Sud, dov'è tuo figlio?  Forse dorme nella vecchia casa del Nordista che con il suo affitto e con il sudore di entrambi se n'è costruita una nuova?  E tu vecchio, canuto e stanco, da quando non vedi il tuo ragazzo? Verrà a trovarti questo Natale? Lascia pure saltellare sulle tue ginocchia, il suo futuro, intanto prepara la valigia. Devi tenerla pronta, mi raccomando, così lui potrà andare appena il padre, ormai sfiancato, verrà a occupare il posto che avrai lasciato.

 Alza la testa uomo dell'antico regno, ovunque tu sei, in Patria o nel mondo, butta la vecchia valigia e vieni con noi, cammineremo insieme per costruire un Sud libero e migliore. Non più mafia e colonizzatori, non più ‘ndrangheta e corruttori, non più camorra e sfruttatori ma dignità, orgoglio e lavoro    

 

    

 

La mafia-Misteri e assurdità

http://digilander.libero.it/inmemoria/boss_mafiosi.htm

L'indirizzo sopra riportato, vi permette il collegamento con il sito che riporta il curriculum vitae dei capi della mafia siciliana.Il motivo di questa proposta è di seguito riportato. Vi sembrano questi personaggi così descritti avere la cultura e la capacità di gestire un'organizzazione che ha la forza di competere con l'economia nazionale e addirittura con lo Stato. O non sono essi piuttosto dei paraventi necessari per coprire i veri capi della Mafia? Perché lo stato non fa in tempo ad arrestarne uno che è già pronto il sostituto? come si può pensare che un capo della Mafia possa amministrare una si potente struttura con dei "pizzini". Come può essere definito capo mafia un signore che viveva in una baracca e si trastullava a preparar ricotta? Come poteva un "ricottaro", con modesto livello culturale, amministrare una poderosa potenza economica, capace addirittura, di decidere della vita e della morte dei più qualificati rappresentanti della legalità italiana? Non vi sembra più logico pensare che la Mafia abbia in realtà una regia molto più sofisticata e capace di quanto vogliano farci credere? Non credete sia finalmente giunta l'ora di disturbare il vero manovratore? Sino a quando i responsabili potranno continuare a offendere la nostra intelligenza?

Soffia, soffia sempre più forte vento del Sud

I giorni di Giuda e dei pigmei

Nei  giorni 22 e 23 Marzo i pigmei di AN ligi agli ordini dell’onnipotente, scioglieranno AN per confluire nel nuovo partito. Per l’occasione mi permetto di riportare un articolo proposto nel 2005 ad alcuni giornali ma non pubblicato. Lo ripropongo oggi sul mio Blog ritenendolo di estrema attualità.

“ DOVE VA ALLEANZA NAZIONALE ?

Il dibattito avviato da Berlusconi sul partito unico attraversa e provoca fibrillazioni più o meno forti in tutti i partiti della casa delle libertà; tra questi, AN è quello che più ne avverte le problematiche, per cui è comprensibile che i suoi militanti, formatesi alla luce della fiamma, abbiano dubbi e preoccupazioni verso i principi e gli ideali provenienti da altre culture politiche, non sempre condivise, e che dovranno in qualche modo accettare. Così come è legittimo che uomini che tanto hanno dato e raramente hanno avuto si preoccupino di sapere cosa troveranno nel pentolone del partito unico allorquando le "streghe della pallida Ecate" rimescolando e attizzando, avranno completato " l'intruglio" di questa nuova struttura. Lasciatoci alle spalle ciò che fu scelto ed escluso con il congresso di Fiuggi ove vedemmo le lacrime dei vinti, per i quali nessuno aveva programmato o autorizzato il successivo insulto, credevamo ormai chiuso il ciclo delle grandi rinunce, invece ci ritroviamo al punto di partenza, con interrogativi addirittura esistenziali. Ad esclusione della dicitura "nazionale" già sostituita dai fatti col termine federale, quali degli antichi valori supereranno la grande selezione del nuovo prestigiatore? Ci saranno ancora i valori dello stato sociale? Saremo un partito riformista o conservatore? Resteranno le partecipazioni statali o tutto sarà affidato ai grandi capitali e al libero mercato? E la scuola, la sanità, le pensione, quanto di esse verrà posto nelle mani del privato? Ma ancor più, continueranno i cittadini dalle Alpi al mare, compresa "Roma ladrona ", ad avere gli stessi diritti morali e materiali? O avremo cittadini di prima, seconda e terza categoria, come ci sembra essere già in prospettiva? Su questo si interroga oggi il fedele popolo di AN che da Fiuggi continua a dibattersi tra abiure e novità talvolta non facili da condividere e che si appresta per volere di pochi, e senza essere interpellato, ad effettuare un altro e forse ultimo salto. Sembra anche giusto chiederci (e non avremmo voluto farlo) come mai i riformatori Del lavoro altrui nel momento in cui a Fiuggi Si resero conto d'indossare un vestito stretto non prendessero Loro le opportune iniziative volando essi stessi verso altri lidi? Ecco da questo scaturisce lo stato conflittuale nel partito, è questo che genera i diversi frazionamenti nei quali si rifugia e trova il coraggio di continuare buona parte dei sostenitori. Questa situazione, presente a livello nazionale, si riflette nelle regioni, nelle (province e ancor più nei comuni ove le scelte forzate della coalizione hanno talvolta

privato la base del loro punti di riferimento Diciamo pure che il bipolarismo ancora ritenuto garante di democrazia e progresso, ha in realtà ridotto i margini di scelta e di dialogo concentrando il potere nelle mani di pochissimi che non. sempre ne fanno uso appropriato, ha inoltre favorito la formazione

di partiti e partitelli ad personam che hanno polverizzato lo scenario politico nazionale. Il partito, che ci insegnò a cedere il passo all'anziano e a rispettarne il passato, e che è impegnato oggi ad approvare leggi e leggine ad hoc non sempre edificanti, merita certamente maggior considerazione. E allora coraggio uomini di AN, si riapra il dialogo, si ritorni a guardare alla base, si rifletta sul maggioritario, non si abbia paura del proporzionale, ma soprattutto ci si ricordi che Dio c’è ed è Uno. Altro che ripulisti!

Castelforte 01/08/05     Porchetta Vincenzo  Via S. Martino